Autism, Recensione

Chiara e l’enuresi notturna

Chiara e l’enuresi notturna

enuresi-notturna

 Image courtesy of yingyo at FreeDigitalPhotos.net

Conviviamo con questo disturbo della crescita da diverso tempo. Chiara ha 7 anni e non ha mai raggiunto il controllo degli sfinteri durante la notte.

Le abbiamo provate un po’ tutte in questi anni, ma ancora siamo lontani dalla risoluzione del problema. Molti bambini nello spettro autistico soffrono di questo disturbo come molti bambini neurotipici, con il tempo tende a risolversi, ci vuole solo un po’ più di pazienza!

Ammetto che i primi tempi, è stata dura, già fatichi ad accettare che tua figlia abbia un disturbo dello sviluppo in più a questo si sommano tante altre cose che rendono tutto molto più complesso.

Da mamma che vive in pieno questo problema mi sento di dire non abbattetevi, ci vuole tempo, pazienza e tanto amore.

Mi sento di darvi dei consigli, che sono quelli che metto in pratica tutte le sere con Chiara, se anche tu stai affrontando queste problematiche fammelo sapere nei commenti, dimmi quali sono le tue strategie o se le hai messe in atto nel passato, credo profondamente nel potere della condivisione sul web, in certi casi serve a sentirsi meno soli, perché ricordati #mammanonèunproblema.

Tanto per cominciare cosa è l’enuresi notturna? Non è altro che la classica “pipì a letto”, ovvero l’involontaria perdita di urina in un’età in cui il controllo della vescica dovrebbe già essere stato raggiunto. Viene considerata un problema a partire dai 5 anni di età.

Solo in rarissimi casi è dovuta ad anomalie fisiche, si parla quindi di disturbo e non di malattia.

Per i bambini fino a tre anni è perfettamente normale bagnarsi di notte, perché la vescica non ha raggiunto la piena maturazione, sia per quanto riguarda il volume di urina che essa può contenere sia per quanto riguarda i meccanismi che permettono di controllare la fuoriuscita della pipì. Il controllo dello sfintere non è innato, ma un processo che si acquisisce per tappe.

Si parla di enuresi notturna quando il problema si presenta con una certa frequenza, ovvero si bagna il letto almeno due volte nelle due settimane di osservazione.

Statisticamente ne sono colpiti più i maschi che le femmine.

Una delle sane abitudini che abbiamo a casa nostra è il rituale della buonanotte che è una routine ormai consolidata da tempo, e come tutte le routines è molto amata dai bambini, li tranquillizza e per i bimbi come Chiara è qualcosa di imprescindibile.

Dopo cena, ci laviamo i denti, facciamo la pipì, ci rinfreschiamo un po’ le parti intime, indossiamo le mutandine assorbenti DryNites e ci mettiamo il pigiamino.

Evitiamo di bere prima della nanna.

Ci mettiamo nel suo letto, le piace tanto il fatto che io mi metta insieme a lei nel letto e leggiamo un libro, di solito li sceglie lei o il fratellino Matteo di 3 anni.

Dopo che abbiamo letto il nostro libro, si spegne la luce e di solito si addormenta quasi subito.

Per anni abbiamo utilizzato i pannolini, complice il fatto che lei è uno scricciolo ed è molto magra, però da quando è arrivata la sorellina non li ha più accettati, perché i pannolini sono “dei piccoli” e lei “è grande e va alle elementari”, siamo arrivati a metterlo mentre dormiva, perché se per caso si accorgeva del pannolino se lo toglieva e la mattina trovavamo il letto bagnato, così abbiamo provato le mutandine assorbenti DryNites.

Le accetta di buon grado, perché le vede come delle mutandine appunto decorate con le principesse, le teniamo nel cassetto della biancheria intima accanto alle mutandine “da giorno”, la sera ormai lo sa e le prende da sola.

Questa estate molto spesso le mutandine DryNites erano asciutte allora abbiamo fatto festa grande e lei era felicissima!

La cosa fondamentale è non perdersi d’animo, stare tranquilli, non sgridate il bambino non lo fa di sicuro apposta, rassicuratelo dicendo che è stato un incidente e la prossima notte andrà sicuramente meglio.

Quando non avvengono incidenti lodatelo e incentivatelo con un rinforzo positivo, che non deve essere per forza un bene materiale, anche solo un abbraccio con un bel “sei stato bravissimo!”.

Se volete saperne di più sull’enuresi v’invito a consultare il sito http://nottiasciutte.it/ e  https://www.drynites.it/ potete anche richiedere un campione gratuito di mutandine assorbenti DryNites come ho fatto io. Qui da me infatti trovavo sempre taglie grandi quindi prima ho provato la taglia giusta e poi le ho potute ordinare alla mia farmacista.

Le mutandine DryNites sono studiate nello specifico sia per maschi che per femmine,

Sul sito Notti Asciutte potete anche fare le vostre domande alla pediatra, ci sono tante mamme che chiedono consiglio, questo da una parte può farvi capire che non è un problema e non deve essere vissuto come tale.

drynites

In collaborazione con Hugghies.

Written by in / 3505 Views

No Comment

Fammi sapere cosa ne pensi!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading Facebook Comments ...
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: